Rieducazione strumentale - PUNTO DEGA - Centro di Fisioterapia Torino

DEGA
Vai ai contenuti
I nostri servizi

ISOCINETICA
L’isocinetica è una metodica utilizzata in riabilitazione ed in allenamento che permette attraverso particolari attrezzature computerizzate di misurare la forza espressa da un arto durante un determinato movimento. L’esercizio isocinetico è un esercizio muscolare compiuto a velocità angolare costante lungo tutto l’arco di movimento. In pratica grazie ad un meccanismo di controllo idraulico o robotico, la velocità fissata non può essere aumentata dall’arto in movimento, permettendo al soggetto di sollecitare massimalmente il muscolo per buona parte dell’escursione articolare. La caratteristica fondamentale dell’esercizio isocinetico è la resistenza accomodante, dato che la velocità del movimento è controllata,la resistenza prodotta dalla macchina isocinetica è proporzionale alla forza esercitata dal muscolo, in modo tale che un carico massimale può essere applicato in ogni punto dell’arco di movimento.
Inoltre le macchine isocinetiche sono fornite di un sistema di bio-feedback visivo, vale a dire la possbilità di controllare in tempo reale l’esercizio attraverso il monitor del computer, questo permette di motivare il paziente che ha sempre  la percezione dell’entità dell’esercizio che sta eseguendo. Essendo il tipo di resistenza "accomodante", chiunque può effettuare una seduta di isocinetica seguito ovviamente da un fisioterapista. Studiando l’elaborazione del computer si possono anche evidenziare dei difetti nell’azione muscolare che possono essere messi in relazione con particolari patologie dell’articolazione in esame. Il ginocchio è l’articolazione più testata, esistono macchine che possono studiare altri distretti come la spalla, la caviglia, l’anca e perfino la schiena.

PEDANA STABILOMETRICA (BIODEX BILANCE SD)
La pedana stabilometrica è uno strumento riabilitativo evoluto costituito da una pedana in cui il paziente deve appoggiare i propri piedi rimanendo in posizione eretta collegata ad un computer. La pedana compie una complessa serie di movimenti creando una situazione di equilibrio instabile. Il paziente deve rimanere in posizione eretta attraverso il controllo dei propri  movimenti. La pedana è collegata ad un monitor che indica di volta in volta al paziente alcune posizioni precise da raggiungere. Nel corso della vita,si riduce la capacità di rispondere alle perturbazioni dell’ambiente esterno e di ristabilire in modo rapido ed efficiente l’equilibrio,cosi’ nelle persone anziane diventano frequenti le cadute accidentali. Le cadute negli anziani hanno importanti conseguenze di carattere traumatico e psicologico. In letteratura è ampiamente dimostrata l’efficacia nella riduzione delle cadute dello svolgimento costante di qualche esercizio fisico. Fare un moderato esercizio fisico serve a ridurre il rischio di cadute e aiuta a ridimensionare la paura di cadere, questa paura porta l’anziano a limitare le proprie attività e non favorisce il mantenimento di una vita sana  e di un benessere psicofisico globale. Molti sono i pazienti anziani che soffrono di lombalgie aspecifiche e artrosi diffusa con disabilità lieve e che nel tempo potrebbero diventare a rischio caduta. Il sistema di valutazione Bilance System SD Biodex misura e registra l’abilità dell’individuo di mantenere la stabilità di fronte ad uno stress dinamico. Il sistema di valutazione dell’equilibrio usa una piattaforma circolare che è libera di muoversi contemporaneamente in direzione antero-posteriore e latero-laterale. Le misure che offre questa apparecchiatura sono:
- l’indice di stabilità mediale-laterale(MLSI);
- l’indice di stabilità anteriore e posteriore(APSI);
- l’indice di stabilità generale(OSI).
Le misurazioni si ottengono attraverso il compito di mantenere una posizione eretta per 20 secondi. Inizialmente vengono effettuati dei test al paziente. Al paziente si chiede di scegliere una posizione confortevole con i piedi in linea con le spalle e di mantenerla durante tutto il test. Poi si spiega al paziente il significato del test e si indica sul video il punto che rappresenta il baricentro del suo corpo. A questo punto si inizia il vero e proprio test. La macchina chiede di registrare in un foglio elettronico la posizione dei piedi, sinistro e destro (distanza, rotazione esterna e posizione del malleolo), l’età, l’altezza della persona, il livello di stabilità della pedana stessa (da 0 a 8). La registrazione delle condizioni in cui viene effettuato il test  consente di riproporlo uguale a distanza e di confrontarne i valori. La macchina elabora i dati producendo un’immagine a colori con i dati e la rappresentazione grafica degli spostamenti che si sono avuti rispetto al punto centrale che rappresenta la proiezione del baricentro del corpo sulla pedana stessa. Accanto alle misure di stabilità generale è disponibile anche il dato percentuale di quanto la persona che esegue il test rimanga in posizione nelle varie aree dello spazio. È particolarmente efficace per ristabilire la stabilità e il controllo motorio della caviglia e del ginocchio a seguito di un trauma. Nel caso di lombalgie lo strumento è in grado di migliorare il controllo dei gruppi muscolari della schiena e di conseguenza consente di diminuire velocemente il dolore. La pedana è molto utile per stimolare le capacità propriocettive, l’equilibrio e l’uso coordinato di entrambi gli arti inferiori, principalmente di ginocchio e caviglia. Lo strumento è in grado di migliorare la Core Stability, ovvero il controllo  motorio e posturale del corpo nella sua globalità, derivato dal sistema muscolo scheletrico colonna-bacino-arti inferiori.

P.I.
TERMINI
SISTEMA
TELEFONI
N.FAX
EMAIL
DEGA
TORINO
Torna ai contenuti